BACK HOMEPAGE ARCHITETTURA PITTURA FONDAZIONE

A.1.3.1

ARTE COME CAMMINO
INTERIORE
CATALOGO (1/16)
delle Opere di Pittura

di

VITTORIO MAZZUCCONI



Bookshop

Selezione flash di 100 quadri

PERIODO      1976 - 1977
PERIODO      1978 - 1979
PERIODO      1980 - 1986
PERIODO      1987 - 1989
PERIODO      1989 - 1991
PERIODO      1992 - 1993
PERIODO      1993 - 1996
PERIODO      1996 - 1998
PERIODO      1999 - 2001
PERIODO      2003 - 2005





di fianco:
Poseydon
1980
90 x 100, olio su tela


















English

1980 - 1986

 

Al primo periodo del lutto segue poi un lungo periodo di ombra e dolore. Una volta scesa agli Inferi, l'anima vi soggiorna a lungo, per liberarsi a poco a poco della parte più oscura di se stessa. Per tre anni, ne escono opere che esprimono questa oscurità, non senza grandezza. Dopo, c'è un nuovo viaggio nell'Eros, ma non portatore come il precedente di un fondamentale passo in avanti nello sviluppo interiore e della straordinaria potenza creativa che ne scaturisce ma, al contrario, vagante a un livello basso e stagnante, fino a uno scioglimento liberatorio. Se questo è vero per la pittura, che è vicina, nei suoi alti e bassi, alla vita personale dell'artista, bisogna dire che, su un piano più elevato, l'esperienza della Discesa agli Inferi dà il suo frutto in un altro campo: il progetto della CITTÀ NASCENTE, che è appunto l'uscita dagli Inferi. Con essa si apre un giorno radioso e prende inizio la fioritura spirituale che si esprime in particolare nell'edificio del Fiore. Non a caso esso può essere considerato come un irraggiamento della croce e quindi un simbolo del Sé.